Continua la guerra alle ong. Solidarietà a Medici Senza Frontiere

  • Posted on: 20 November 2018
  • By: Anonimo (non verificato)

Maurizio Acerbo e Stefano Galieni, segretario nazionale e responsabile Migranti di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiarano:
«Ormai siamo all’accanimento contro le ong. Qualsiasi scusa è buona pur di ostacolare chi salva vite umane. Mentre indisturbate le navi dei contrabbandieri di petrolio fanno la spola tra Libia e i nostri porti come – documentato anche ieri da Report – continua la guerra alle ong. La procura di Catania, dopo la richiesta di archiviazione in merito alle precedenti azioni contro le Ong perché il fatto non sussiste, ha rincarato la dose supportato da un governo, come il precedente, che considera le azioni umanitarie e di testimonianza in mare come lesive della “sicurezza nazionale”. Accusare l’equipaggio dell’Aquarius, la nave di Msf, di traffico di rifiuti contaminati, creare falso allarme fra la popolazione è per Rifondazione Comunista la prova provata di come si intenda procedere contro il “reato di solidarietà”, ovvero con repressione, sequestri delle navi umanitarie, accuse di ogni tipo contro chi continua ad operare. Il fallimento della conferenza di Palermo per “portare la pace in Libia” non è bastato. Si vuole, col cinismo dei carnefici, lasciare che uomini e donne continuino a perire nei campi di concentramento libici o in mare, nel quasi totale silenzio mediatico».
20/11/2018