Fieri di Silvia Romano, solidali e vicini alla sua famiglia

  • Posted on: 22 November 2018
  • By: Anonimo (non verificato)

«È davvero desolante – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-SE – che persino un giornalista come Gramellini scenda al livello di certi commenti sui social.
Una volontaria italiana di 23 anni è in pericolo in mano a dei rapitori. Tutte le italiane e gli italiani dovrebbero andare fieri di Silvia e stringersi intorno ai suoi famigliari.
Il problema non è la “smania di altruismo” di Silvia ma la cecità di chi fa finta di non sapere che vi sono miliardi di persone che soffrono fame e miseria».
Eleonora Forenza, sulla sua pagina fb, ha scritto:
«Silvia Romano, 23 anni, cooperante della Onlus Africa Milele, è stata sequestrata ieri sera da un commando di uomini armati a Chakama, nella contea di Kilifi, a circa 70 chilometri da Malindi, in Kenya.
Alcuni dei centinaia di commenti alla vicenda:
- “Spero che quei selvaggi le insegnino le buone maniere sessuali”
- “Con tutti i poveri italiani che vivono in strada, dormono nei cartoni e non hanno cibo.”
- “Poteva restare qui e occuparsi di aiutare loro! Certo la bontà in casa propria non paga”
- “Se l’è cercata”
- “C’è voluta andare lei”
- “Chi pagherà alla fine?”
- “Lo Stato non deve pagare per una scriteriata in cerca di emozioni forti”
Ancora una volta siamo di fronte a parole sessiste e razziste frutto del clima politico creato anche da questo governo. Una vicenda che conferma come il sessismo permea profondamente stato e società in Italia.
Voglio solo mandare un abbraccio, forte, fortissimo, a Silvia e alla sua famiglia. Care compagne, ora più che mai che nessuna sia sola».