lo avrete il monumento che meritate

  • Posted on: 30 July 2020
  • By: Anonimo (non verificato)

lo avrete il monumento che meritate

 
Lo avrai camerata Di Maio 
il monumento che pretendi da noi umani
ma con che materiali lo costruiremo 
deciderlo tocca a noi
tocca alle migliaia di cadaveri che ti guardano dal fondo del canale di Sicilia
con gli occhi spalancati.
 
Lo avrai camerata Minniti 
il monumento che credi di aver meritato
non con la terra dei cimiteri lo costruiremo
ma con i capelli strappati delle madri
che tu hai consegnato sghignazzando ai violentatori.
 
Lo avrai camerata Salvini 
il monumento cui aspiri nei tuoi sogni deformi di mostro
sarà scolpito dal silenzio dei torturati
più duro di ogni macigno
il silenzio di coloro cui negasti la vita
perché gli italici dormano sonni tranquilli.
 
Più nessuno dormirà sonni tranquilli 
mai più nessuno, neppure i bambini che costringete a venire al mondo
essi sanno che il loro papà è un assassino con o senza mascherina
sanno che per loro non c’è altro
 che un inferno di nebbia di afa e di violenza.
 
Voi sorridete camerati Minniti di Maio e Salvini voi che sapete come va il mondo,
ancor giovani ma già così potenti
da credere davvero di essere,
mentre non siete nulla. 
 
Sorridete perché un povero vecchio demente quale io sono 
suscita in voi compassione scherno indifferenza.
Perché credete sbagliando che il mondo domani
assomiglierà a quello in cui voi avete potuto uccidere impunemente.
Ma sbagliate a credere che le cose non sprofondino
perché tutto sta sprofondando e presto suoneremo alla vostra porta
e saremo noi, i fantasmi che credevate irreali
e non ci sarà allora pietà perché pietà l’è morta
con i tre sudanesi ammazzati ieri
dagli agenti da voi stipendiati con i nostri soldi
per proteggere i nostri incubi di assassini italiani.
 
e quello che resta è solo il silenzio implacabile della vendetta.
Franco Berardi 

 
[nota: il compagno Bifo ha dimenticato di citare anche la camerata Giorgia Meloni che ha avuto il coraggio di accusare il governo degli accordi con la Libia di "furia immigrazionista"]