BAGGI/CAPELLI/PRENCIPE (PRC-SE): LA LOMBARDIA PRIMA AL MONDO PER INDICE DI MORTALITA’ PER COVID 19. COSA SI ASPETTA A TOGLIERE DALLE MANI DELLA GIUNTA FONTANA LA SANITA’?OGGI ORE 11:00 PRESIDIO SOTTO IL PALAZZO DELLA REGIONE LATO MELCHIORRE GIOIA

  • Posted on: 19 November 2020
  • By: Anonimo (non verificato)

Oggi 19 novembre alle 11.00 Rifondazione Comunista indice un presidio sotto il palazzo della Regione Lombardia (lato Melchiorre Gioia) per chiedere il commissariamento della sanità Lombarda
Togliere dalle mani della Giunta Fontana la sanità Lombarda e porre fine al disastro causato dalla riforma voluta da Roberto Maroni (legge 23): per questo Rifondazione Comunista sarà in piazza oggi alle 11.00 sotto il palazzo della Regione. I numeri sono impietosi: se la Lombardia fosse uno stato autonomo, come vagheggiava la Lega sarebbe oggi al primo posto nelle statistiche internazionali in relazione all’indice di mortalità, cioè al numero di morti per Covid 19 ogni 100.000 abitanti. La lotta che Fontana fa per far uscire la Lombardia dalla zona rossa è un atto di demagogia irresponsabile se si guardano gli indici di Milano, Monza e Varese.
Non sono bastate per fermarli la tragedia della prima ondata del Covid 19, la falcidia di uomini e donne a Codogno,nelle RSA, nelle valli bergamasche e le bare portate via nelle notte dai mezzi militari, ora ci tocca anche patire la seconda ondata di Covid 19 senza che nulla sia stato fatto di quello che era necessario fare e che era anche di dominio comune : assumere medici e infermieri, formare le USCA, rafforzare e supportare la medicina territoriale, potenziare i trasporti per evitare assembramenti. Ora siamo dentro la seconda bufera, ancora indifesi, mentre velocemente si attrezza una medicina per ricchi o per chi disperato e solo preferisce spendere quel poco o niente che ha per salvarsi.
Quante persone devono ancora perdere la vita per porre fine a questo disastro? Gli studi di epidemiologici internazionali della J. Hopkins University, che ragionano confrontando l’andamento del virus e le sue conseguenze a partire dagli stati nazionali, ci danno una importantissima e inconfutabile chiave di lettura su ciò che avviene in Lombardia , la Caporetto della sanità neoliberista e privatizzata : Che cosa si aspetta ancora per porre fine a questo disastro? Cosa dovranno sopportare ancora cittadini e cittadine, quanti lutti, quante sofferenze ? Per questo manifestiamo oggi Giovedì 19 novembre alle ore 11 davanti al Palazzo della regione lato Melchiorre Gioia
Commissariare la Sanità Lombarda
Dismettere la Legge 23 ( Riforma Maroni)
Milano, 19/11/2020
Fabrizio Baggi – Segretario regionale Lombardia
Giovanna Capelli – Responsabile sanità Lombardia
Matteo prencipe – Segretario Federazione provinciale di Milano
Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea